fbpx

Fotovoltaico? Anche negli stabili condominiali

Aerial view of a private house with solar photovoltaic panels fo

Grazie alla Riforma del Condominio, a poter inserire il fotovoltaico nella propria quotidianità non sono solamente le persone che possiedono case indipendenti e ville. Possono farlo anche gli inquilini di condomini. Questa riforma ha favorito un aumento delle installazioni di impianti fotovoltaici persino sui tetti degli edifici condominiali. Volete installarne uno nel vostro condominio o nel condominio che amministrate? Ecco cosa dovreste sapere a riguardo.

L’installazione di un impianto fotovoltaico centralizzato

Avvalersi di un impianto fotovoltaico condominiale e centralizzato è una scelta proficua per ogni inquilino. Grazie a questo impianto si potranno infatti alimentare gli ascensori, l’illuminazione nelle aree comuni, gli eventuali cancelli e portoni automatici e non solo. Il tutto senza dover ricorrere continuamente all’uso della rete elettrica nazionale. Questo comporterà un gran risparmio per tutti i condomini.

Cosa serve per installare un impianto centralizzato

Per poter procedere all’installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto condominiale è necessario convocare un’assemblea e fare una votazione. L’installazione sarà possibile solo se almeno la metà dei condomini avrà votato a favore.

Chi pagherà l’installazione?

È importante sottolineare che coloro che hanno votato contro l’installazione non dovranno partecipare alle spese e, chiaramente, non potranno fruire dei relativi vantaggi fiscali. La somma spesa andrà ripartita fra gli inquilini che hanno dato il loro consenso. Coloro che pagheranno potranno contare sulle interessanti detrazioni fiscali del bonus ristrutturazioni 2022.

Cos’altro c’è da sapere sul fotovoltaico in condominio?

Infine è importante sapere che di solito un impianto condominiale da 7kWp può costare circa 5.500 euro (50% di sconto in fattura già calcolato). I condomini che decidono di installare questo tipo di impianto possono però optare per un impianto fotovoltaico con accumulo. Questo potrà costare un po’ di più, ma consentirà di conservare l’energia non utilizzata. Questo surplus potrà essere usato durante le ore notturne o in altre situazioni, senza dover chiedere l’elettricità alla rete. Una parte di questa energia elettrica potrà essere ceduta alla rete nazionale, comportando così un guadagno per il condominio, che potrà essere usato per altre spese.

Volete constatare un notevole risparmio sulle spese della luce condominiale, ma ancora non volete installare un impianto fotovoltaico? In questa eventualità non esitate a valutare le nostre offerte. Vi aspettiamo!

Una giornata a Bergamo Alta

Non è detto che per visitare Bergamo Alta sia necessario essere turisti provenienti da un’altra città o regione: anche i bergamaschi che abitano in un’altra

Leggi »