fbpx

Le fasce orarie per il consumo di energia elettrica

orologio-fasce-orarie

All’interno della bolletta della luce si possono trovare essenzialmente tre fasce orarie: F1, F2 e F3. Talvolta è indicata anche la F23. A quali momenti della giornata si riferiscono? Quali sono le più convenienti? Conoscere questi dettagli è fondamentale per leggere correttamente la bolletta e, soprattutto, per riuscire a risparmiare.

Dalla domanda di energia elettrica alla tariffa

La prima cosa da sapere è che le fasce orarie per il consumo di energia elettrica sono state elaborate prendendo in considerazione la domanda da parte dell’utenza. I periodi in cui la domanda di energia è più alta, ovvero dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19, anche la tariffa è più alta. Questa fascia oraria corrisponde alla F1. La domanda cala la sera e durante le giornate festive, ovvero i momenti in cui l’elettricità è anche meno cara. In questo caso le fasce indicate sono la F2 e la F3. Quest’ultima è quella accompagnata dalle tariffe più convenienti.

Le fasce orarie più nel dettaglio

Ora che sappiamo qual è la fascia più chiara, andiamo a vedere quali sono gli orari da tenere a mente. Concentrando i consumi durante la F2 e la F3 si potranno ridurre le spese per l’energia elettrica.

  • F1 – Dal lunedì al venerdì (festività nazionali non incluse), orario 8-19.
  • F2 – Dal lunedì al venerdì (festività nazionali non incluse), orario 7-8 e 19-23, e il sabato (festività nazionali non incluse), orario 7-23.
  • F3 – Dal lunedì al sabato, orario 23-7, e i festivi e la domenica per tutta la giornata.

Un’altra delle fasce che si possono trovare sulla bolletta della luce è la fascia F23, la quale comprende le tariffe delle fasce F2 e F3, e riguarda tutti i giorni dalle 19 alle 8.