fbpx

Chi può richiedere l’esonero dal canone RAI?

canone-rai

Come ben sapete, il canone RAI è una tassa che in Italia dev’essere pagata da tutti coloro che sono in possesso di un apparecchio televisivo (articoli 1 e 2 del R.D.L. 21-2-1938 n. 246 e le modifiche effettuate nel tempo). Negli ultimi anni sono cambiate le modalità di pagamento del canone: non si paga più con un bollettino a parte, ma l’importo da saldare viene inserito nella bolletta dell’energia elettrica.

Quanto costa il canone RAI?

L’importo annuale del canone è di 90 euro che vengono suddivisi in diverse rate: 10 rate da 9 euro per chi ha la bolletta mensile e 18 euro ogni due mesi per chi riceve la bolletta bimestrale. Questo importo dev’essere pagato dalle persone che hanno un apparecchio televisivo, ma alcuni soggetti possono richiedere l’esenzione.

Chi può ottenere l’esenzione dal canone RAI?

Le persone che possono richiedere l’esenzione, usando l’apposito modulo rilasciato dall’Agenzia delle Entrate, sono quelle che hanno dai 75 anni di età in su e un reddito inferiore a 8000 euro all’anno. Possono richiederlo anche:

  • proprietari di imbarcazioni di tipo non commerciale,
  • gestori di negozi di elettronica,
  • rivenditori di televisioni,
  • professionisti che riparano tv (svolgendo regolare attività),
  • ospedali militari, sale convegno per militari e case del soldato,
  • agenti diplomatici,
  • militari NATO di città non italiane,
  • proprietari di apparecchi che trasmettono radioaudizioni televisive.

È possibile fare richiesta di esonero dal canone RAI anche quando si possiede una seconda casa oppure quando si abita in un appartamento in affitto in cui non si ha la residenza.